LEGA: MARONI, CON BERLUSCONI CERCHIAMO ACCORDI, NON CON FINI
LEGA: MARONI, CON BERLUSCONI CERCHIAMO ACCORDI, NON CON FINI

Bologna, 4 feb. - (Adnkronos) - ''Con Berlusconi non ho fatto un accordo. Ho cercato di farlo. Io faccio l'esploratore e le valutazioni, che non sono solo tecniche, ma politiche, spettano al congresso''. Roberto Maroni, dopo aver parlato con Umberto Bossi, accetta di rispondere alle domande sulla sua ora e mezza di colloquio oggi ad Arcore con Silvio Berlusconi. E chiarisce subito che se il congresso dira' si' ad un accordo 'politico' con il cavaliere, questo non potra' valere anche per l'Alleanza nazionale di Gianfranco Fini. ''Abbiamo confermato -dice Maroni in proposito- la nostra pregiudiziale. Noi della Lega non possiamo fare accordi politici con Alleanza Nazionale: siamo incompatibili''.

Diversa e' la questione, se invece fra Berlusconi e Fini l'accordo fosse di natura tecnica sulla presentazione dei rispettivi candidati nei diversi collegi. ''A noi interessa -commenta Maroni- che se c'e' un'accordo politico fra Berlusconi e Fini questo, per la proprieta' transitiva, non venga interpretato come accordo anche con noi. Se poi si dovesse veder collegio per collegio e ci fosse la possibilita' utile di togliere agli avversari una pedina, allora...''.

Maroni sottolinea comunque che se intesa sara' fra Lega e cavaliere, questa sara' ben solida. ''Non succedera' -dice- quello che e' successo nella sinistra. Se faremo l'accordo avremo 350 eletti al nord su 360. E tralascio gli altri dieci perche' voglio essere generoso''. ''Questo, secondo Maroni, vale anche per le regioni 'rosse'''. Maroni, infine, chiarisce anche che con un accordo politico ''il candidato sara' del polo'' e non delle diverse forze che lo sosterranno. ''Il polo comunque -conclude- e' destinato a farsi e il passo successivo potra' essere un unico gruppo parlamentare''.

(Dac-Tor/Zn/Adnkronos)