RAI: ESECUTIVO USIGRAI REPLICA A DOCUMENTO (2)
RAI: ESECUTIVO USIGRAI REPLICA A DOCUMENTO (2)
(RIF. N.23)

(Adnkronos) - Slittamento delle tredicesime: ''se i colleghi hanno le prove che la Rai lo ha deciso solo per fare pressione sul governo, hanno fatto male a non portare queste prove all'attenzione del sindacato perche' sarebbe stata una ragione consistente per richiedere le dimissione dell'intero vertice aziendale. Restiamo in attesa -sottolinea l'esecutivo Usigrai- di queste prove.

''Sara' per altro interessante vedere se tra i colleghi firmatari ci sia qualcuno di coloro che nei mesi scorsi avevano rischiesto il congelamento degli scatti contrattuali proponendo di trasformarli in quote del capitale aziendale. O magari qualcuno di coloro che avrebbe preferito dare il via alla serie di licenziamenti in cambio di certezze economiche: in quella occasione -ricorda l'esecutivo- l'Usigrai fu accusata di non aver dato mano libera all'azienda dimostrandosi troppo legata alla difesa dell'occupazione''.

Opzioni: ''questo sindacato -assicura l'esecutivo- stronchera' qualsiasi ipotesi di 'pulizia etnica', forte anche dell'accordo di ottobre che impedisce qualsiasi mobilita' forzosa e si impegna, anzi, perche' questa fase sia anche l'occasione per riparare ai danni provocati dalle 'pulizie etniche' delle precedenti gestioni aziendali''. ''Tutto il confronto con l'azienda - come e' prassi di questo sindacato e come sanno bene i CdR - e' stato condotto -ricorda poi l'esecutivo- di intesa con le redazioni''.

L'Usigrai, conclude infine il comunicato, ''vuole comunque rassicurare tutti i colleghi che - in questa fase delicatissima - non si fara' distrarre neppure per un momento dai compiti prioritari del sindacato a partire dalla difesa dei posti di lavoro e dell'autonomia professionale''.

(Red/Pan/Adnkronos)