GAY: QUANTE PERIPEZIE PER VIAGGIARE IN EUROPA
GAY: QUANTE PERIPEZIE PER VIAGGIARE IN EUROPA

Roma, 11 feb (Adnkronos) - Due amanti gay, uno di 17 anni e l'altro di 19, in viaggio attraverso i paesi della Comunita' Europea, sarebbero condannati dalla legge in Irlanda e nel Regno Unito, scoprirebbero che il piu' adulto di loro sta commettendo un reato in Germania e potrebbero essere accusati di ''seduzione'' in Grecia. E' questa la situazione legale degli omosessuali in Europa cosi' come viene fotografata da Kees Waaldijk, accademico del dipartimento di Studi Omosessuali di Utrecht e di diritto pubblico a Maastricht, all'interno del suo libro ''Homosexuality: an European Community Issue.

E proprio mentre il P.E. da' via libera ai matrimoni gay si scopre che in molti Paes persino viaggiare per loro e' un'impresa rischiosa.

L'indagine di Waaldijk -pubblicata dalla agenzia Aspe- mostra un'Europa che non reprime direttamente l'omosessualita', ma discrimina di fatto gay e lesbiche nel campo sociale, legale ed economico. Esemplare e' il caso dell'Irlanda, dove soltanto nell'estate del 1993 il parlamento ha riformato due vecchie leggi che consideravano reato il rapporto anale, prevedendo come pena massima l'ergastolo, e che punivano fino a due anni le pratiche sessuali tra maschi. Ma e' soprattutto attraverso il limite di eta' stabilito per avere rapporti sessuali consensuali, che gay e lesbiche subiscono le maggiori discriminazioni. (segue)

(Stg/As/Adnkronos)