I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. Le forze serbo-bosniache hanno consegnato all'Onu i loro primi pezzi di artglieria nella caserma di Lukavica, alla periferia della capitale. Si tratta di 5 mortai. Una consegna simile sarebbe in corso anche da parte dell'esercito bosniaco a maggioranza musulmana nella caserma ''Maresciallo Tito'' nel centro della citta'. Intanto il comamndante delle truppe dell'Onu Michael Rose fa sapere che ''finora e' stata piu' o meno rispettata la tregua concordata due giorni fa''

Ginevra. Il segretario generale dell'Onu, Butros Ghali, ha affidato ad una commissione internazionale il compito di indagare sulla strage del mercato compiuta a Sarajevo sabato scorso. La commissione, ha spiegato oggi Therese Gastaut, portavoce dell'Onu a Ginevra, sara' integrata da rappresentanti di cinque paesi e da ufficiali di collegamento in rappresentanza delle tre parti coinvolte nella guerra bosniaca. .

Washington. La Libia rappresenta una minaccia ''inusuale e straordinaria per la sicurezza e la politica estera degli Stati Uniti''. Lo ha dichiarato Bill Clinton che, determinato ad imporre un ulteriore giro di vite contro il regime di Mohammer Gheddafi, ha raccomandato l'adozione di ''misure piu' severe'' - incluso l'embargo petrolifero internazionale - rispetto alle sanzioni varate dal Consiglio di sicurezza dell'Onu per la mancata estradizione dei due presunti responsabili della strage di Lockerbie.

Mosca. Un incendio e' scoppiato in uno dei due reattori della centrale nucleare di Smolensk. Le fiamme sono state sedate durante la notte. L'impianto ora e' stato chiuso, provocando un blackout totale dell'elettricita' in Bielorussia, rifornita dalla centrale. All'origine dell'incidente, che non ha registrato vittime, vi sarebbe stato il malfunzionamento di uno dei trasformatori. Intanto una fuga di cloro in una fabbrica di Berezniki ha provocato l'intossicazione di 30 operai, otto dei quali versano in gravi condizioni.

Detroit. Il fiume ghiacciato Detroit, che divide l'omonima citta' statunitense da Windsor, Ontario, e' stato ricoperto da circa 120mila litri di olio combustibile. Secondo gli esperti una valvola arrugginita della vicina centrale elettrica dovrebbe aver ceduto permettendo all'olio di ricoprire il fiume.

Bratislava. Dieci deputati del Movimento per una Slovacchia Democratica hanno ritirato il loro appoggio al primo ministro Vladimir Meciar, innescando un processo che rischia di portare alla crisi di governo. I dieci ribelli hanno abbandonato il compagno di partito Meciar ad una settimana da un previsto voto di fiducia in parlamento chiedendo un governo di coalizione con l'opposizione socialista e cristiano democratica fino alle prossima elezioni previste nell'anno. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)