I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Milano. L'imprenditore Paolo Berlusconi si trova da piu' ore nella caserma della Guardia di Finanza di via Fabio Filzi. Si era costituito stamane nello studio del proprio legale, Oreste Dominioni. Il primo magistrato ad arrivare alla caserma e' stato Raffaele Tito, responsabile delle indagini sulla compravendita dei palazzi della Cariplo. Sono attesi anche Antonio Di Pietro ed Italo Ghitti, andati a Torino per interrogare in ospedale Antonio Mosconi, il presidente della Toro Assicurazioni anch'esso colpito stamattina da un ordine di custodia cautelare per un altro filone dell'inchiesta Mani pulite.

Roma. I magistrati che si occupano della inchiesta sui fondi neri del Sisde hanno interrogato l'ex ministro della Difesa Salvo Ando'. Il parlamentare socialista e' indagato per peculato. Il suo nome compare infatti nella lista dei personaggi che avrebbero ricenvuto compensi dal servizio fornita alla magistratura dall'ex direttore amminidtrativo del Sisde Maurizio Broccoletti. Ando' in particolare avrebbe ricevuto mensilmente 10 milioni di lire.

Foggia. Uno dei piu' grandi hotel del Gargano, l'Hotel Gusmay, situato sul litorale tra Vieste e Peschici, e' rimasto completamente distrutto da un incendio scoppiato per cause ancora da accertare. I danni ammonterebbero a piu' di un miliardo. Gli inquirenti non escludono un origine dolosa.

Taranto. Due carabineri sono rimasti feriti a Taranto in un incidente che si e' verificato all'interno del comando provinciale dell'Arma. I due giovani ausiliari ora versano in gravi condizioni in un ospedale cittadino. Drammatica la meccanica dell'incidente: uno dei due, Alessandro Bartolini, si trovava all'interno della camerata. Mentre maneggiava la pistola d'ordinanza e' partito un colpo che ha ferito alla testa il suo commilitone Mario Bonfranceschi. Bartolini ha immediatamente chiamato i soccorsi, poi, evidentemente sconvolto per l'accaduto, ha puntato l'arma contro di se' e ha lasciato partire un proiettile ferendosi a sua volta in maniera grave. (segue)

(Dis/Pan/Adnkronos)