BOSNIA: EGITTO, NO A RIUNIONE DI EMERGENZA
BOSNIA: EGITTO, NO A RIUNIONE DI EMERGENZA

Il Cairo, 11 feb. (Adnkronos/Dpa) - Secco no dell'Egitto alla proposta russa di convocare una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla Bosnia Erzegovina. Come gli altri paesi islamici, ha annunciato oggi il ministro degli Esteri del Cairo, Amr Mussa, l'Egitto si opporra' ad ogni tentativo di ''creare ostacoli sulla strada che dovra' portare alla fine dell'aggressione serba''. Il capo della diplomazia del Cairo ha quindi lasciato chiaramente intendere che nel caso in cui questi tentativi dovessero ripetersi, i paesi islamici reclamerebbero un'immediata revoca dell'embargo sulle armi imposto dalle Nazioni Unite ai bosniaci.

Mosca ha chiesto nella tarda giornata di ieri di ''trasformare'' il dibattito al Consiglio chiesto per oggi dai paesi del Movimento dei non allineati (Nam) in una riunione di emergenza per discutere della questione bosniaca. Al dibattito chiesto dai paesi del Nam sono invitati a partecipare ed intervenire tutti i 184 membri dell'Onu, ma non e' prevista l'adozione di risoluzioni o di misure concrete. E - di fatto, spiega un diplomatico occidentale - il dibattito era stato convocato soprattutto per ''necessita' di ordine interno'', soprattutto per i paesi islamici, sottoposti a fortissime pressioni dell'opinione pubblica interna che chiede sempre piu' insistentemente una qualche azione a livello internazionale per fermare il massacro. (segue)

(Cin/As/Adnkronos)