IRAN: RAFSANJANI ACCUSA GLI USA NELL'ANNIVERSARIO (2)
IRAN: RAFSANJANI ACCUSA GLI USA NELL'ANNIVERSARIO (2)

(Adnkronos)- ''E' una misura che mira a mettere in difficolta' la repubblica islamica. L'arroganza globale ha tentato, attraverso la creazione delle condizioni per far crollare i prezzi del greggio, di creare problemi... ma non ci e' riuscita'' ha detto Rafsanjani, aggiungendo che ''oggi produciamo le riserve necessarie per le nostre imprese e gli specialisti stranieri sono stati rimpiazzati con esperti iraniani''. ''L'Iran si avvia a divenire autosufficiente dal punto di vista alimentare. Contadini e pescatori sono riusciti a coprire in grande misura le necessita' alimentari del popolo iraniano'' ha quindi sottolineato Rafsanjani, prima di annunciare, alla fine della manifestazione di massa, la stesura di una risoluzione in nove punti che conferma la fedelta' ed il sostegno degli iraniani al leader spirituale Ali Khamenei ed al governo.

Le affermazioni di Rafsanjani, bollate come ''bugie di regime'' dagli oppositori, lasciano a dir poco perplessi gli osservatori economici occidentali. Dati alla mano, il disastro economico iraniano ha inizio con la decisione di Khomeini 15 anni fa di smantellare il sistema di pianificazione familiare dello Scia': nel giro di 15 anni la popolazione iraniana e' cresciuta da 35 a 60 milioni. Non accompagnato da uno sviluppo agrario, l'incremento demografico si e' tradotto nel sovraffollamento dei centri urbani, invasi regolarmente da ex contadini costretti a lasciare i campi. Solo a Teheran, circa 5,5 milioni di persone, la meta' della popolazione della capitale, vivono in abitazioni definite ''pericolose'' dallo stesso governo. (segue)

(Lar/Zn/Adnkronos)