IRAQ: GRAVE L'EX ''GOVERNATORE DEL KUWAIT'' (2)
IRAQ: GRAVE L'EX ''GOVERNATORE DEL KUWAIT'' (2)

(Adnkronos) - Sulla coscienza di Hussein Kamal, secondo rivelazioni dello scorso anno, ci sono anche centinaia di prigioneri politici, forse piu' di mille, sommariamente giustiziati in un carcere-lager iracheno, soprannominato ''la prigione dell'Intifada'', diretto dal genero di Saddam Hussein. L'ondata di esecuzioni risale alla fine di agosto, quando nel campo di Al Radwanieh, a sud ovest di Baghdad, venne attuata la ''campagna di purificazione'' nel corso della quale i corpi torturati di alcune vittime furono riconsegnati alle famiglie ''come avvertimento''. Impossibile fissare il numero esatto delle vittime, ma secondo fonti dell'opposizione irachena citate dal ''The Guardian'', sarebbero almeno un migliaio e nel solo giorno del 30 agosto ci sarebbero state oltre duecento vittime.

La denuncia degli oppositori di Saddam Hussein e' sostenuta dalle inchieste svolte da diverse organizzazioni umanitarie preoccupate per la sorte dei detenuti di al Radwanieh dall'ottobre scorso, quando in un solo giorno, alla presenza di Saddam Kamil e del figlio di Saddam Hussein, Hudai, vennero giustiziate 203 persone. Il primo resoconto dettagliato di quel giorno di sangue e' stato stilato dal Documentary Centre for Human Rights in Iraq, emanazione dell'opposizione irachena, ma poi controllato e confermato dal Middle East Watch, una delle piu' autorevoli organizzazioni umanitarie che si occupa di Medio Oriente.

Da vecchia santabarbara, Al Radwanieh venne trasformato nel peggiore carcere iracheno durante la guerra Iran Iraq. Dall'aprile del 1991, a seguito dell'insurrezione curda e sciita divampata nel paese sull'onda di Desert Storm, la prigione venne convertita nella ''galera dell'Intifada'', vera e propria anticamera della morte per migliaia di sciiti.

(Liv/Pan/Adnkronos)