ISRAELE: TROVATO CADAVERE DEL TASSISTA, ALLARME VIOLENZA
ISRAELE: TROVATO CADAVERE DEL TASSISTA, ALLARME VIOLENZA

Gerusalemme, 11 feb -(Adnkronos/Dpa)- La firma dell'accordo del Cairo e l'inizio del mese di Ramadam fanno temere una nuova impennata di violenza nei territori occupati. Il cadavere del tassista Ilan Sudri, 23 anni, rapito ieri a Gaza, e' stato ritrovato questa mattina, e il messaggio con il quale l'assassinio e' stato rivendicato non lascia dubbi sulle intenzioni della Jihad Islamica. ''Questo e' il nostro regalo per l'accordo firmato al Cairo fra Israele e Olp'' recita infatti il testo del fax arrivato alle principali sedi di informazione. Sudri, era un ex guardia di frontiera israeliana.

L'allarme per la crescita della violenza e' condiviso dalle forze di sicurezza dello stato ebraico. In una intervista pubblicata questa mattina dal quotidiano Ha'aretz, il capo della polizia Rafi Peled ha ricordato che gia' negli anni scorsi il periodo di digiuno islamico del ramadam era coinciso con un aumento della violenza fra le frange integraliste palestinesi. E data la coincidenza con l'accordo del Cairo -aggiunge Peled- la polizia ha aumentato la presenza sul territorio e si prepara ad impedire l'ingresso in Israele di palestinesi sospetti. Secondo altre fonti, polizia ed esercito hanno stabilito particolari misure di sicurezza a Gerusalemme.

Ieri, oltre al tassista Sudri, era stato ucciso un coltivatore di Beersheva, Naftali Sahar, 75 anni, colpito alla testa con un attrezzo agricolo da un bracciante palestinese.

(Civ/As/Adnkronos)