PORTOGALLO: GUERRA DI ACCUSE DI CORRUZIONE (2)
PORTOGALLO: GUERRA DI ACCUSE DI CORRUZIONE (2)

(Adnkronos) - La decisione della corte e' stata ben accolta dal partito socialdemocratico, che pero' a sua volta deve affrontare le accuse lanciate dal settimanale ''O Independente'', secondo cui l'ex ministro della Sanita', la signora Leonor Beleza, tra il 1987 e il 1990 avrebbe autorizzato un ''uso illegale'' di circa 600mila dollari. Il mese scorso Jose Beleza, fratello dell'ex ministro e proprietario di un'impresa di pubblicita', insieme a Jose da Costa Freria, ex segretario del ministero della Sanita', sono stati condannati rispettivamente a quattro e sette anni di reclusione per malversazione di fondi del ministero, proprio nel periodo che la signora Beleza ricopriva la carica di ministro.

Dal canto suo il Psd ha sfruttato la sua maggioranza assoluta nel parlamento per respingere la richiesta del partito comunista di aprire un'inchiesta parlamentare per chiarire sospette irregolarita' commesse dal governo. Secondo le accuse il governo avrebbe permesso al Banco spagnolo Banesto, di comprare un numero di azioni superiore rispetto a quello consentito dalla legge, della banca portoghese Totta e Azores. La forte opposizione del Psd all'investigazione e' stata ampiamente criticata dal Ps e dal Cds/Pp che appoggiano in pieno l'iniziativa comunista e, in tal senso, i tre partiti hanno comiciato a raccogliere le 50 firme di deputati necessarie, secondo la legge, ad avviare comunque l'inchiesta parlamentare.

(Giz/Zn/Adnkronos)