FUNZIONE PUBBLICA: INDAGINE MINISTERIALE SU DECRETO 29
FUNZIONE PUBBLICA: INDAGINE MINISTERIALE SU DECRETO 29

Roma, 18 feb. (Adnkronos) - I piu' ritardatari sono i comuni, i piu' rapidi gli enti pubblici. Nel mezzo stanno i ministeri. L'operazione di apertura degli uffici di relazione con il pubblico, previsti dal decreto legislativo 29 del 1993, sta procedendo. Ad un anno dall'entrata in vigore del provvedimento, secondo quanto risulta dall'indagine conoscitiva del Dipartimento della Funzione Pubblica, hanno gia' istituito l'ufficio il 36 per cento delle amministrazioni statali, mentre il 40 per cento si appresta a farlo. I piu' solerti sono stati il Ministero della Difesa, il Ministero delle Finanze e il Ministero dei Lavori Pubblici, la Cassa Depositi e Prestiti e l'Aima.

Inoltre, il 53 per cento degli enti pubblici non economici -tra cui l'Inps, l'INpgi, l'Istat, il Cnr, l'Inail, l'Ice- ha istituito l'ufficio, il 18 per cento sta provvedendo.

Il 30 per cento delle Regioni ha istituito l'ufficio, il 45 per cento ha il provvedimento in fase di predisposizione. Hanno provveduto Sicilia, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Piemonte, Veneto.

Solo il 9 per cento dei comuni e delle province ha istituito l'ufficio.

(Red/Pan/Adnkronos)