INFORMATICA: PDS, PUNTO E A CAPO (2)
INFORMATICA: PDS, PUNTO E A CAPO (2)
MINOPOLI: SUICIDA REVISIONE CONTRATTI PUBBLICI

(Adnkronos) - Il nuovo documento sullo stato dell'informatica, sul suo futuro nelle tlc e sul che fare, ''una vera e propria piattaforma di politica industriale'', sara' pronto solo tra qualche tempo. Ma gia' da ora se ne individuano i punti focali: ''non sara' una proposta rivolta solo alle grandi aziende in vista della costruzione di un polo. ''Non e' nella nostra cultura'', precisa Minopoli escludendo la possibilita' di un polo Finsiel-Olivetti. La prima e' integrata in Stet la seconda ha delineato una sua strategia, che ci auguriamo abbia successo, in nuovi campi''.

Cosi', spiega Minopoli, ''concentrazioni o allenze ci potranno anche essere nei prossimi anni ma non possono essere dettate dall'alto. Le puo' dettare solo il mercato sulla base delle esigenze delle imprese Per noi -afferma Minopoli- e' essenziale invece una politica di base''.

Una politica di base che permetta di risolvere la crisi in atto riposizionando ''l'azienda informatica italiana'', aumentandone la competitivita' e favorendo ''l'integrazione e l'associazionismo tra le imprese, in particolare le piccole''.

I tre equivoci: macroimpresa, polo pubblico e accento sulla crisi, si chiariscono cosi' e si trasformano nella richiesta forte di una diversa interpretazione dell'art.6 del provvedimento collegato alla finanziaria, quello cioe' relativo ai contratti stipulati dalla pubblica amministrazione. Quella attuale ''e' una intrepretazione omicida. -dice Minopoli- ha bloccato la domanda e rinnegato investimenti gia' programmati. Bisogna aprire alla tecnologia''. (segue)

(Lil/Gs/Adnkronos)