BOSNIA: L'ACNUR SOSPENDE I CONVOGLI
BOSNIA: L'ACNUR SOSPENDE I CONVOGLI

Zagabria, 18 feb (Adnkronos/Dpa)- L'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Acnur) ha annunciato dalla capitale croata Zagabria la sospensione per ''motivi di sicurezza'' di tutti i convogli umanitari in Bosnia Erzegovina a partire da domani sabato, vigilia della scadenza dell'ultimatum della Nato per il ritiro delle artiglierie serbe attorno alla capitale bosniaca Sarajevo. Da Domani, tutti gli autocarri dell'Acnur rimarranno nelle autorimesse dell'Onu a Belgrado e Zagabria ed un'eventuale ripresa dei convogli non sara' decisa prima di lunedi'.

La portavoce dell'Acnur nella capitale serba, Lyndall Sachs, ha dal canto suo reso noto che l'agenzia dell'Onu ha ritirato ''per consultazioni'' i suoi funzionari non locali nella citta' serba di Banja Luka ed a Pale, ''capitale'' dei serbi bosniaci, i cui leader militari avevano minacciato nei giorni scorsi rappresaglie contro i caschi blu ed i funzionari stranieri in Bosnia nel caso di bombardamenti da parte della Nato. I serbo bosniaci hanno protestato contro le decisioni dell'Acnur, che aveva programmato per domani la partenza di convogli umanitari diretti nelle roccheforti serbe di Trebinje, Visegrad, Nevesinje e Sokolac.

(Lun/As/Adnkronos)