BOSNIA: PER KOZYREV ''CHANCE STORICA DI PACE''
BOSNIA: PER KOZYREV ''CHANCE STORICA DI PACE''

Atene, 18 feb. (Adnkronos/Dpa)- La comunita' internazionale deve afferrare la storica chance di pace in Bosnia creata dalla decisione a sopresa di Mosca di inviare caschi blu russi a Sarajevo. Lo ha dichiarato ad Atene il ministro degli Esteri russo Andrei Kozyrev al termine di un colloquio con la troika dei ministri degli esteri dell'Unione Europea, composta attualmente dai rappresentanti dei governi tedesco, greco e belga. Convinto che la decisione serba di ritirare gli armamenti pesanti dalle colline che sovrastano la capitale bosniaca rappresenti ''l'inizo della fine della guerra in Bosnia'', il capo della diplomazia del Cremlino ha precisato che Mosca decidera' nelle prossime ore le dimensioni del contingente di pace che inviera' a Sarajevo, che sara' compreso fra i 400 ed i 500 uomini.

In termini molto piu' cauti di Kozyrev, si e' espresso invece il ministro degli Esteri Klaus Kinkel, secondo il quale l'iniziativa russa ha aperto solo uno spiraglio, portando ''qualche progresso negli sforzi per la pace'': ''L'ultimatum dell'Onu rimane in piedi. I raid aerei hanno avuto un qualche effetto'', ha detto aggiungendo tuttavia che i serbi ''devono far seguire i fatti alle parole'', sebbene sia ''interesse di tutti evitare i raid aerei''.

La troika dell'Ue ha discusso anche la decisione di Atene di fermare l'invio di beni nell'ex repubblica jugoslava di Macedonia attraverso il porto di Salonicco. La questione e' stata anche oggetto di discussione, ma non si sa ancora con quali esiti o contenuti, fra Kinkel ed il premier greco Andreas Papandreu.

(Lar/Pe/Adnkronos)