MAROCCO: VIETA LO SCIOPERO GENERALE
MAROCCO: VIETA LO SCIOPERO GENERALE

Rabat, 18 feb (Adnkronos/Dpa)- Il governo di Rabat ha vietato uno sciopero generale di 24 ore indetto per il prossimo 25 febbraio dal principale sindacato del Marocco, la Confederazione democratica del lavoro (Cdt), per rivendicare aumenti salariali e migliori condizioni di lavoro. Secondo il premier Karim Lamrani, lo sciopero decretato dalla Cdt contro le ''politiche antisociali'' del Governo avrebbe ''travalicato le normali attivita' sindacali'' consentite nel regno alawita di re Hassan II, dove la disoccupazione ha raggiunto il tasso del 30-40 per cento della forza lavoro. Gli scioperi generali del 1981 e del 1990 in Marocco erano degenerati in violenti scontri costati diverse vittime a Casablanca e Fez. Allo sciopero indetto dalla Cdt -legata al partito d'opposizione Unione socialista delle forze per il progresso (Usfp)- non ha aderito il secondo sindacato del Paese, l'Unione generale dei lavoratori marocchini (Ugtm). Rabat ha fissato un incontro con la Cdt il prossimo 15 marzo. L'ultimo incontro tra Governo e sindacati in Marocco risale al gennaio 1993.

(Lun/Zn/Adnkronos)