CRAXI: D'ALEMA, QUELLA BOBINA ORA DIVENTA UN INDIZIO
CRAXI: D'ALEMA, QUELLA BOBINA ORA DIVENTA UN INDIZIO
VOLEVA PIEGARCI AD ACCETTARE IL COLPO DI SPUGNA -

Roma, 18 feb. (Adnkronos) - Se Bettino Craxi s'improvvisa investigatore registrando un colloquio con il legale di Luigi Carnevale, anche Massimo D'Alema s'ingegna con le date e le circostanze. E oggi, quando quella registrazione 'galeotta' e' su tutte le pagine dei quotidiani, suggerisce una sua interpretazione, da voce a un ''sospetto'' che fino ad ora aveva tenuto per se. ''Vi offro una traccia -ha detto ai giornalisti che lo attorniavano in Transatlantico- quando ci sarebbe stato il colloquio tra Craxi e Pezzi? Oltre un anno fa? E che cosa si evince da quel colloquio? -continua con il suo argomentare- che vogliono tirarci in mezzo per piegarci ad accettare il 'condono', altrimenti non l'avremmo mai fatto passare. In seguito cosa fa Carnevale? Va dai magistrati e dice che Occhetto e D'Alema erano al corrente di tutto, che sapevamo delle tangenti. Capite? Questo signore (Craxi, ndr) ha indotto un uomo disperato ad accusarci, gli ha estorto una testimonianza falsa. Ecco, in questi due anni sono successe cose di questo genere''.

Percio', dice ancora D'Alema, dato il clima incandescente alimentato dai botta e risposta politico-giudiziari tra la Quercia e l'ex segretario del Psi, e' necessario rimettere la disputa politica sui giusti binari. ''Le iniziative di Craxi si riveleranno un booomerang micidiale. E' come se Breznev, dopo la caduta del regime comunista in Urss, avesse fatto la campagna elettorale per questo o quel partito''. Insomma una sorta di abbraccio mortale dal quale Berlusconi ''cerca in ogni modo di prendere le distanze''. D'Alema parla di ''danno oggettivo'' per coloro che gravitano o hanno gravitato nella galassia dell'ex leader del garofano ma anche di un ''danno per tutti noi. Vi rendete conto che colpo per la nostra credibilita' all'estero? Craxi non e' stato uno qualunque. E' stato presidente del Consiglio per quasi quattro anni. E anche se il bersaglio siamo noi del Pds, le schegge colpiscono tutti gli italiani''. (segue)

(Ruf/Pe/Adnkronos)