CRAXI: ECCO LE MIE TREDICI ACCUSE AD OCCHETTO... (2)
CRAXI: ECCO LE MIE TREDICI ACCUSE AD OCCHETTO... (2)

(Adnkronos) - Ci sono poi i presunti casi di finanziamento illecito dall'Urss (relazione di V. Falin e V. Vasslov del Pcus sui ''partiti amici'', documenti del Kgb resi pubblici a Mosca) e dalla Stasi (in cui si fa il nome della societa' Eumit). C'e' il capitolo sulla mafia, tratto da verbali della commissione antimafia che contiene le dichiarazioni di Pasquale Galasso. C'e' il 'caso' dei vini siciliani in partenza da Trapani, che coinvolgerebbe i fratelli Salvo e la societa' sovietica Soynz-Podoimport, ricordato da Craxi ancora ieri.

E ancora, si cita l'impegno della famiglia Jacorossi per il rilancio ''della casa editrice del Pds Editori Riuniti'', la nomina di Mario Giovannini, ''indicato dal Pci, nell'Istituto di Previdenza del Tesoro e il suo ruolo di ''raccolta di contributi dalle societa' che vendevano immobili all'Istituto per conto del Pci-Pds''. C'e' infine, di nuovo, la vicenda della Metropolitana Milanese, con il ruolo di Luigi Carnevale e la trascrizione di stralci della conversazione con l'avvocato Argento Pezzi che Craxi riconosce oggi di aver registrato di nascosto. ''Dati i tempi tragici -dice- temo sia stata una scorrettezza inevitabile''.

(Pnz/Gs/Adnkronos)