CRAXI: NON SONO UN INVASATO, OCCHETTO E' UN BUGIARDO (2)
CRAXI: NON SONO UN INVASATO, OCCHETTO E' UN BUGIARDO (2)
''I DIRIGENTI DEL PDS SONO SOLO FALSI RINNOVATORI'' -

(Adnkronos) - Craxi respinge l'accusa di essere ''un invasato che, in preda a sentimenti incontrollati si aggira per le Procure nel tentativo di gettare fango sugli avversari''. Conferma che non si tratta di altro se non di ''una versione menzognera''. In realta' e' stata la magistratura ''a chiedermi spiegazioni e chiarimenti in seguito ai miei discorsi parlamentari -dice- per questo, ho deposto, fornito chiarimenti, consegnato la documentazione relativa. E poi, ho raccolto elementi atti ad indirizzare eventuali indagini perche' venisse accertata la verita'''.

Un quadro nel quale i tredici 'casi' denunciati ai magistrati di Roma e Milano non sono che ''esemplificativi di caratteristiche generali ed essenziali di forme di finanziamento di tipo illegale, interni, legati alle cooperative e internazionali attuati in forme diverse''. Su tutto, Craxi chiede ''sia fatta chiarezza, siano accertati i fatti, individuate eventuali violazioni di legge e tutte le relative responsabilita'''. Intanto, l'ex segretario socialista rinvia al mittente l'accusa di calunnia. ''Non ho inteso calunniare e non ho calunniato nessuno -dichiara- Ho richiamato casi su cui e' necessario fare luce''.

Subito dopo ripete pero' l'invettiva contro Occhetto. ''Non e' da oggi che, essendone perfettamente convinto, accuso l'on. Occhetto di essere un bugiardo. Anzi, il piu' grande bugiardo che calca la scena politica elettorale'', dice ed estende il 'ragionamento' anche agli altri dirigenti della Quercia. ''Continuando a coltivare la pretesa di difendere ad oltranza, in molti casi di fronte e contro la piu' logica evidenza, la linea menzognera che hanno voluto adottare sin dall'inizio, i dirigenti del Pds -conclude- si presentano come i piu' falsi tra il numero, veramente cospicuo, di falsi rinnovatori''.

(Pnz/Pan/Adnkronos)