CRAXI: OCCHETTO, ESSERE DENUNCIATI DA LUI E'...UN ONORE
CRAXI: OCCHETTO, ESSERE DENUNCIATI DA LUI E'...UN ONORE

Roma, 18 feb. (Adnkronos) - Occhetto non ha paura che l'immagine del Pds 'impallidisca' per le accuse di Bettino Craxi. ''Perche' mai dovremmo temere cio'? Per essere stati denunciati da Craxi? E' soltanto un onore. Dal momento - ha detto il leader della Quercia in una intervista al Tg2 - che Craxi oggi e' stato mandato in giudizio dalla Procura di Milano come capo di Tangentopoli, ha dovuto rendere conto delle sue calunnie salendo gli scalini della procura di Roma, ha presentato un dossier fatto nient'altro che dei ritagli di vecchie accuse che lui ha sempre fatto e che tutte le procure non hanno nemmeno preso in considerazione''.

''La novita' della conferenza stampa di Craxi di oggi - ha proseguito Occhetto - e' quando Craxi ha detto che Berlusconi copre un vuoto. E' vero: copre il vuoto lasciato da Craxi. Lo dice Craxi stesso''. Il segretario del Pds auspica che la bobina di cui ha parlato l'ex leader socialista possano sentirla ''tutti gli italiani, a dimostrazione che questo Paese e' stato governato da un boss che usava metodi illegali. Spero che non torneremo in mani come queste''.

(Pol/Pan/Adnkronos)