ELEZIONI: I PAOLINI - ''CARO BERLUSCONI, TROPPE STONATURE''
ELEZIONI: I PAOLINI - ''CARO BERLUSCONI, TROPPE STONATURE''

Roma, 18 feb. (Adnkronos) - ''Illustre cavalier Berlusconi'' anche se ''l'avvento di un uomo di successo come lei'' sulla scena politica ''non puo' che far piacere'', sta pero' commettento ''alcune stonature che sembrano confluire in un impegno di fondo: screditare gli altri, per lasciare capire che lei, occupando il loro posto, le indovinerebbe proprio tutte''. Con una lettera aperta indirizzata al leader di Forza Italia, e pubblicata sull'ultimo numero di ''Vita Pastorale'' (il mensile dei Paolini per il Clero italiano) padre Rosario Esposito analizzando la linea politica dell'ex presidente del Gruppo Fininvest lo mette in guardia sugli errori che starebbe commettendo.

''Le aree lasciate libere dalle tante crisi sono parecchie'' e il ''proposito di fondare un nuovo partito credo - scrive padre Esposito - non dispiaccia a nessuno. Ma cominciare con stonature non mi sembra un buon auspicio''. Sono tre gli errori di fondo che secondo il religioso avrebbe commesso Berlusconi: ''Lei ha accusato il Presidente Scalfaro di essere un uomo di parte - si legge nella lettera - questo significa che egli non e' in grado di stare al Quirinale, affermazione che cozza con l'alta statura morale raggiunta dal Presidente, il quale, pur non essendo perfetto, sta pilotando questa nave in gran tempesta come onesto timoniere di cui la maggior parte della gente si fida''. (segue)

(Gia/Gs/Adnkronos)