ELEZIONI: PRI, PORTA APERTA ALLA LEGA SE LASCIA LA DESTRA
ELEZIONI: PRI, PORTA APERTA ALLA LEGA SE LASCIA LA DESTRA

Roma, 18 Feb. - (Adnkronos) - Nel commentare positivamente la scelta di campo compiuta dal Pri, ''La Voce Repubblicana'' se la prende con i progressisti e lascia una porta aperta alla Lega e a Bossi manda a dire che, ''se si sapra' districare, rimarra' comunque un interlocutore, non certo Fini e Berlusconi, nella futura situazione post elettorale''.

''Un disegno di destra si era preparato da molto tempo -fa notare ''La Voce''- come in fondo si pote' comprendere sin dal giorno del sostegno offerto da Berlusconi a Fini per l'elezione del sindaco di Roma. In questa tela intessuta sapientemente e nascostamente si e' invischiato, come un moscone incauto, Bossi e sembra esserne rimasto prigioniero''. Di contro ''e' stato importante e significativo che Segni e Martinazzoli abbiano saputo resistere alle lusinghe provenienti da destra, mentre Occhetto non e' riuscito a distinguersi elettoralmente dalle estreme con cui pure non intrattiene e soprattutto non ha intrattenuto, rapporti politici molto positivi''.

''La Voce'', poi sottolinea ''l'evidente indebolimento del cartello progressista, che ha piu' possibilita' di radicalizzare l'opposizione piuttosto che conquistare la maggioranza dei voti del paese''. Secca anche la bocciatura dei repubblicani aderenti allo schieramento progressista accusato di aver ''aperto la strada alla destra''. '

(Red/Zn/Adnkronos)