I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Palermo. La Guardia di Finanza ha sequestrato all'imprenditore Salvatore Sbeglia beni per un ammontare di 52 miliardi di lire. L'uomo, ritenuto vicino ad ambienti mefiosi, e' coinvolto anche nelle indagini sulla strage di Capaci. Sbeglia sarebbe stato indicato da alcuni pentiti come il prestanome dei Ganci, la famiglia che sovrintende al rione Noce della citta'. Tra i beni sequestrati, 24 ettari di terra, partecipazioni in societa', otto immobili, due appartamenti, tre automobili e sette conti correnti bancari.

Milano. E' ancora una volta scontro tra l'avv. Spazzali e Antonio Di Pietro alla riapertura del processo Cusani. Spazzali attacca il nuovo dispositivo d'accusa presentato dal pubblico ministero. Come e' noto Di Pietro aveva chiesto la settimana scorsa che per una parte della maxi tangente Enimont, in particolare per gli 83 miliardi e 126 milioni finiti a ''politici non accertati'', il tribunale aprisse due nuovi procedimenti. Spazzali respinge categoricamente la richiesta di due stralci: ''nella ricostruzione dell'accusa non riconosco il noto buonsenso del Pm'' dice l'avvocato. Ma la replica di Di Pietro e' arrivata immediata e dura: ''staremo a vedere chi perdera''', ha detto il pubblico ministero. Intanto gli avvocati difensori di Mauro Giallombardo hanno presentato al Tribunale della liberta' un memoriale per ricorrere contro la decisione che ha negato all'ex segretario di Bettino Craxi gli arresti domiciliari.

Catania. Su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia sono stati arrestati cinque poliziotti, un carabiniere e un finanziere con l'accusa di favoreggiamento nei confronti delle cosche del catanese e in particolere di quella del boss Nitto Santapaola.

Milano. Sette persone, tra imprenditori ed esponenti politici, sono state arrestate con l'accusa di corruzione. L'inchiesta riguarda il pagamento di alcune tangenti per ottenere concessioni edilizie nell'hinterland milanese. Tra i politici arrestati l'ex assessore all'urbanistica del comune di Pieve Emanuele, Luigi Marini del Psi; Roberto Vecchione, Luigi Malabarba e Renato Pintus, tutti del Pds. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)