I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Buenos Aires. In arrivo novita' importanti sulla misteriosa vicenda dei ''desaparecidos'', le persone misteriosamente scomparse durante la dittatura militare. Dagli archivi di un tribunale argentino sono venuti fuori quattromila documenti filmati che, come specificano le fonti, la giunta militare aveva ordinato di distruggere. Intanto le autorita' giudiziarie della capitale continuano a impedire l'indagine dei due giudici della procura di Roma che stanno indagando su 55 ''desaparecidos'' italiani.

Mostar. Si e' chiusa senza difficolta' la prima giornata di lavoro del convoglio italiano di aiuti umanitari giunto nel pomeriggio di ieri in citta'. E' la prima missione umanitaria inviata dall'italia da quando e' scaduto l'ultimatum imposto dalla Nato per la cessazione delle ostilita' nella zona di Sarajevo. I quattro camion contenenti circa trenta tonnellate di generi alimentari, vestiario e coperte era arrivato via Spalato. Con la spedizione sono giunte anche 4.740 soluzioni fisiologiche complete per l'ospedale, a cui e' stata anche destinata una parte dei prodotti alimentari e 2.234 chili di latte in polvere. Questo e' il sesto convoglio italiano a raggiungere Mostar dall'ottobre dello scorso anno.

Ginevra. Il leader dei serbi di Bosnia, Karadzic, ha chiesto all'Onu di non adottare una risoluzione sul protettorato di Sarajevo prima che questo problema sia discusso durante i negoziati di pace. Karadzic inoltre, oltre che insistere per un epilogo veloce dei negoziati stessi, ha proposto che il modello di cessate il fuoco adottato per Sarajevo sia esteso ad altre regioni bosniache.

Bratislava. Il ministro degli esteri slovacco Jozef Moravcic ha presentato le sue dimissioni al presidente Michal Kovac, in seguito alla sua espuslione dal partito di governo, il movimento per una Slovacchia democratica (Hzds). A quanto si apprende il presidente decidera' se accettare le dimissioni dopo essersi consultato con il premier Vladimir Meciar, attualmente in visita in Cina. Era stato lo stesso Meciar la settimana scorsa a chiedere, senza risultato, la destituzione del ministro degli Esteri.

Mosca. Un'altra tragedia aerea si e' consumata oggi in Russia dove un aereo civile ''An-12'' si e' schiantato sulla pista di atterraggio dell'aeroporto di Nalchik, nel nord del Caucaso, provocando la morte di 13 passeggeri. Nella stiva dell'aereo, partito da San Pietroburgo, vi erano 13,5 tonnellate di monete. A provocare lo schianto sarebbe stato, secondo i controllori di volo dell'aeroporto di Nalchik, un guasto della cloche. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)