FISCO: TORNA 'TRIBUTI', LA VOCE DELL'AMMINISTRAZIONE
FISCO: TORNA 'TRIBUTI', LA VOCE DELL'AMMINISTRAZIONE

Roma 24 feb. (Adnkronos) - ''Informatizzazione, semplificazione e informazione'': l'amministrazione finanziaria persegue con sempre maggiore incisivita' questi tre obiettivi e per meglio far conoscere il suo puinto di vista sulle norme fiscali, l'attivita' dell'amministrazione rispolvera la rivista ''Tributi'', un periodico che il ministero pubblica dal '65, ma che negli ultimi anni era stato un po' accantonato. Allo studio anche l'attivazione di un ''144'' telefonico per fornire una serie di informazioni sulla scia dell'esperienza del numero verde.

La nuova serie di Tributi, presentata oggi dal Direttore Giancarlo Fornari e dal direttore del dipartimento delle entrate Giuseppe Roxas, e' integrata dal supplemento trimestrale monografico 'Quaderni' e dal bollettino quindicinale 'Circolari e Risoluzioni' che raccogliera' la produzione normativa e interpretativa dell'amministrazione. ''La rivista -ha sottolineato Fornari- si propone come uno strumento di lavoro per professionisti, operatori economici e amministratori locali. Naturalmente -ha aggiunto- ospitera' anche analisi critiche e contributi esterni all'amministrazione. Pur avendo tra i suoi responsabili i dirigenti piu' qualificati dell'amministrazione, non pensiamo di fare un bollettino parrocchiale''.

L'esigenza dell'amministrazione di rivolgersi direttamente ai contribuenti e agli operatori del settore e' stata sottolineata anche da Giuseppe Roxas:: ''pensiamo -ha detto- di portare a conoscenza attraverso la pubblicazione tutto il lavoro preparatorio che precede l'emanazione delle norme, ma anche gli studi e le ricerche che l'amministrazione fa sulla gestione e l'economia dei triburti''. Quanto invece all'informazione telefonica Roxas ha sottolineato l'esistenza di alcune difficolta' legate sia alla carenza di opersonale che ai costi. ''L'ipotesi a cui stiamo lavorando ha comunque spiegato- e' quella di un attivare una linea telefonica col prefisso 144 ad un costo che non dovrebbe superare i due scatti. Al telefono si potranno avere una serie di informazioni standard che comunque saranno continuamente aggiornate sulla base delle maggiori richieste che arrivano all'amministrazione da parte dei contribuenti.

(Ric/Bb/Adnkronos)