INFORMATICA: MERCATO ITALIANO A -0,8 PC NEL '93
INFORMATICA: MERCATO ITALIANO A -0,8 PC NEL '93

Milano, 24 feb. (Adnkronos) - Per la prima volta nella sua storia il mercato italiano dell'informatica ha registrato nel '93 un calo, dello 0,8 per cento rispetto al '92, attestandosi a 21.200 miliardi di lire. Sul risultato ha pesato soprattutto l'andamento del segmento hardware che ha registrato un calo del 9,7 per cento che scende al 7,4 per cento se si includono i servizi di assistenza tecnica. Positivo invece l'andamento del software e dei servizi che e' cresciuto del 6,5 per cento su base annua, raggiungendo il 51,2 per cento del mercato informatico totale ovvero superando per la prima volta in valore il comparto hardware.

Questo il quadro dell'informatica italiana secondo l'Assinform, associazione dei produttori del settore, in un anno che ha visto il mercato mondiale dell'informatica crescere del 5 per cento con la punta Usa del +9 per cento. Per il '94, secondo l'Assinform, non sarebbero realistiche previsioni di ripresa in assenza di una stabilizzazione del quadro politico, di una chiarificazione normativa sui rapporti con la Pubblica Amministrazione e del varo di una linea 'clintoniana' di grandi progetti infrastrutturali. Quanto alla ripartizione del mercato italiano per aree geografiche,nel '93 la flessione maggiore si e' registrato nell'area del Centro con un -1,7 per cento, segue il Nord-Ovest a -0,9 e il Nord-Est a -0,2. Crescono invece il Sud e le isole con un complessivo +1,7 per cento. (segue)

(Car/Pe/Adnkronos)