LAVORO: COLF - DONNE DUE VOLTE MA SENZA DIGNITA' CONTRATTUALE
LAVORO: COLF - DONNE DUE VOLTE MA SENZA DIGNITA' CONTRATTUALE

Roma 24 feb. - (Adnkronos) - ''Donne due volte; in casa e sul luogo di lavoro. E quindi con una doppia fatica, cui non viene riconosciuta la dignita' di lavoro''. E' questo il messaggio lanciato oggi da Maria Solinas, segretaria nazionale delle collaboratrici familiari delle Acli nel corso della XIV assemblea nazionale delle Colf.

La situazione contrattuale delle domestiche e' oggi in Italia precaria, schiacciata dalla necessita' di trovare lavoro e la recessione in corso. Solo il 62,8 per cento delle collaboratrici familiari conosce il proprio contratto di lavoro, e solo il 27,5 per cento delle colf italiane ha stipulato un contratto individuale scritto con il datore di lavoro, come previsto dal contratto stesso.

Oltre il 70 per cento delle colf italiane, quindi, lavora sulla base di accordi verbali informali che favoriscono l'evasione delle norme che dovrebbero regolare i rapporti di lavoro. Solo al 37,6 per cento delle domestiche italiane vengono riconosciuti gli scatti di anzianita', al 52,2 per cento il diritto alla conservazione del posto di lavoro in caso di malattia, al 64,5 per cento le festivita' infrasettimanali, al 76,7 per cento le ferie regolarmente retribuite, all'81 per cento la tredicesima mensilita', al 71 per cento il trattamento di fine rapporto e i riposi settimanali.

(Red/Bb/Adnkronos)