BACTRIM: IL CLINICO MEDICO - IO CONTINUO A PRENDERLO
BACTRIM: IL CLINICO MEDICO - IO CONTINUO A PRENDERLO

Roma, 28 feb (Adnkronos) - ''Ho sempre fatto uso di questo farmaco in caso di lievi infezioni e seguitero' a farne uso perche' si tratta di un centinaio di casi di gravi effetti su molti milioni di soggetti trattati. Dal punto di vista della probabilita' il rischio sembra veramente insignificante''. Lo ha detto oggi in un'intervista all'Adnkronos il professor Carlo De Martinis, direttore della II catedra di Clinica Medica dell'Universita' ''La Sapienza'' di Roma, in merito all'allarme Bactrim in Inghilterra.

''Si tratta di vedere esattamente di che si tratta - ha spiegato De Martinis - e non bisogna dimenticare che tutti i farmaci hanno degli effetti collaterali e che alcuni di questi possono essere molto gravi in un numero di pazienti che, per quanto piccolo, puo' diventare enorme se non si considera che milioni di persone prendono il farmaco. Cento persone su milioni di soggetti trattati dal 1969 ad oggi sono scarsamente significativi, perche' si tratta di un effetto collaterale che si puo' avere con qualunque farmaco''.

''Un'altra cosa da vedere e che e' molto importante - aggiunge il clinico medico - e' se questi casi si sono verificati solo nel Regno Unito o se ci sono segnalazioni anche in altri paesi perche' potrebbe esserci una suscettibilita' genetica, come e' successo una volta per il cloramfenicolo che dava un'aplasia midollare (blocco del funzionamento della produzione di cellule del sangue), ma la dava in soggetti con una suscettibilita' genetica. Cio' che bisogna assolutamente verificare - ha concluso De Martinis - e' se questi rilievi sono stati fatti su una popolazione etnicamente omogenea o sulla popolazione generale, perche' le considerazioni che possono essere fatte cambiano completamente''.

(Ria/As/Adnkronos)