BACTRIM: LA ROCHE SI DIFENDE
BACTRIM: LA ROCHE SI DIFENDE

Milano, 28 feb. (Adnkronos) - ''In Italia, a fronte delle numerosissime terapie effettuate con Bactrim, sono pervenute, negli ultimi venti anni a Roche, 57 segnalazioni di effetti indesiderati di diversa gravita'''. Ad affermarlo, in una nota, e' appunto la Roche Spa, divisione italiana della multinazionale Farmaceutica Hoffmann La Roche, produttrice del Bactrim. ''Dette segnalazioni sono quelle ufficialmente pervenute all'Azienda anche se non si puo' escludere -prosegue il testo- che il medico non abbia segnalato gli effetti da lui ritenuti prevedibili o di scarsa entita'''.

''Bactrim, in commercio in Italia dal 1970, e' uno dei chemioterapici piu' conosciuti e utilizzati dai medici di tutto il mondo (piu' di 60 milioni di terapie l'anno). Esso e' classificato -ricorda la Roche- tra i farmaci essenziali della lista Oms. Le sue indicazioni vanno dal trattamento di infezioni frequenti, quali quelle delle vie respiratorie ed urinarie, al trattamento delle infezioni in pazienti immunocompromessi''.

''Come ogni farmaco efficace anche il Bactrim puo' dar luogo alla comparsa di alcuni effetti collaterali -prosegue la Roche- peraltro ben monitorati e conosciuti, cosi' come descritti al medico e al paziente rispettivamente nella scheda tecnica e nel foglio illustrativo. Tali effetti non si discostano per frequenza e natura da quelli riferiti per altri antibiotici di largo impiego -sostiene la Roche- quali ampicillina, amoxicillina, eritromicina''.

''Prescindendo da ogni giudizio sulla esattezza della casistica riportata dal Sunday Times e relativa alla Gran Bretagna, vanno indubbiamente considerate, nella valutazione del rapporto beneficio-rischio di qualsiasi farmaco -conclude la Roche- le sue modalita' d'uso, la sua posologia e soprattutto, la durata del trattamento; parametri questi che possono variare in funzione delle abitudini terapeutiche del medico nei diversi paesi''.

(Mil/Zn/Adnkronos)