BACTRIM: PROF.CAPRINO - ATTENZIONE ALL'USO 'A PIOGGIA'
BACTRIM: PROF.CAPRINO - ATTENZIONE ALL'USO 'A PIOGGIA'

Roma, 28 feb (Adnkronos) - Non puo' esistere un farmaco, per definizione, del tutto privo di effetti avversi. Il farmaco e' un qualcosa che rappresenta sempre un pericolo. Il problema e' che sia prescritto ed utilizzato quando serve e non 'a pioggia' come e' avvenuto in un dato periodo per il Bactrim. Lo ha detto all'Adnkronos il professor Luciano Caprino, ordinario di farmacologia all'universita' ''La Sapienza'' di Roma in merito all'allarme Bactrim.

''Tutti i farmaci quando attivi - spiega Caprino - hanno un'incidenza di effetti avversi che va dal 5 al 15 per cento, fatta eccezione per i farmaci antitumoriali per i quali l'incidenza e' molto piu' elevata. Ogni volta che arriva una segnalazione all'Oms, di cui l'Italia fa parte, subito scatta un'indagine per vedere se vale la pena di mantenere in terapia quel prodotto, dato che cura certe determinate malattie, o e' piu' conveniente toglierlo, in quanto ce ne sono altri ugualmente efficaci; oppure si decide se mantenerlo con delle indicazioni precise ed estremamente rigorose''.

''Effetti avversi al Bactrim, anche gravi - dice Caprino - sono sempre stati segnalati e publicati nei libri di farmacologia. In particolare, reazioni gravi possono essere: anemia aplastica, agranulocitosi, che puo' anche essere mortale, una reazione su base allergica, anche questa potenzialmente letale. Nel complesso comuqnue il farmaco e' sicuramente attivo, per cui ha anche salvato tantissime vite e gli effetti collaterali cosi' pesanti purtroppo si possono solo vedere, quando si sono trattati milioni di persone. In 20 anni si puo' considerare che almeno 50 milioni di persone lo abbiano assunto''.

(Ria/Pe/Adnkronos)