ELEZIONI: IL MANIFESTO DEI CONSUMATORI (2)
ELEZIONI: IL MANIFESTO DEI CONSUMATORI (2)

(Adnkronos) - ''E' utopico pensare che le istituzioni possano confrontarsi con i singoli cittadini - ha ricordato Paolo Landi segretario generale dell'Adiconsum - Proprio questa mattina abbiamo avuto un incontro con il Ministro Cassese, ma ancora oggi non ci viene riconosciuto il diritto di interloquire ufficialmente con enti e istituzioni per la determinazione, ad esempio, degli standard qualitativi dei servizi pubblici. Anche per questo abbiamo deciso di superare le divisioni tra associazioni e di presentare proposte comuni, che facilitino il confronto con il movimento consumeristico nel suo complesso''.

''Per il momento - ha aggiunto Anna Ciaperoni, segretario generale Federconsumatori - tutto quello che e' stato fatto nel nostro paese in tema di tutela dei consumatori e' merito della comunita' europea, eppure chi consuma non e' portatore di interessi consociativi ma diffusi e condivisibili da tutti''.

Un punto centrale della tutela del consumatore o dell'utente, e' stato ricordato e' l'informazione. ''Il diritto dei cittadini ad essere informati - ha detto Adalberto Vizzari, coordinatore dell'Adoc - e' fondamentale ed abbraccia tutti gli altri diritti. Spesso l'informazione non e' chiara o, piu' semplicemente, su alcuni argomenti non c'e'''. ''Ultimamente - ha aggiunto Vincenzo Dona dell'Unione nazionale Consumatori - sono aumentate a dismisura le lamentele dei 'consumatori d'informazione'. Alle gia' note e numerosissime denunce del carattere intrusivo o ingannevole della pubblicita', si sono aggiunte quelle contro la scarsa chiarezza dell'informazione, specie politica, contro la commistione, tutta italiana, tra notizia e opinione e per la mancanza di verifica delle notizie. Per questo lanciamo un appello alla stampa''.

(Stg/As/Adnkronos)