MUSICA ROCK: PUBBLICATI I ''VERSETTI SATANICI'' (2)
MUSICA ROCK: PUBBLICATI I ''VERSETTI SATANICI'' (2)

(Adnkronos) - Un secondo gruppo di messaggi nascosti sono quelli ''bifronti'': quelli, cioe', che ascoltati al dritto hanno un senso, ma al contario ne hanno un altro. Molto illustri sono gli autori di questi ''messaggi'' che arrivano al cervello dell'ascoltatore a sua insaputa: i Beatles, innanzitutto, che in ''Revolution n.9'' ripetono piu' volte, al dritto, ''Number nine'' mentre al contrario arriva ''Turn me on dead man'' (''Eccitami, uomo morto'').

Anche i rivali Rolling Stones hanno collezionato un messaggio subliminale: lo si trova in ''Tops'' (registrato sull'album ''Tatoo you'') in cui si arriva a dire, al contrario: ''Io ti amo, disse il diavolo''. E poi, ancora, gli Eagles che in ''Wasted Time'' cantano ''Io penso come Satana''. Lunga la lista dei ''versetti satanici'' di cui sono responsabili i Led Zeppelin: in ''Stairway to heaven'' un'innocente strofa diventa, se ascoltata al contrario: ''Ecco il mio dolce Satana, la cui piccola via non mi rendera' triste. Egli ti salvera', dandoti il sei sei sei''.

Infine ancora i Queen, nella celeberrima ''Another one bites the dust''. Il versetto, ripetuto da quindici anni dai ragazzi nelle discoteche di mezzo mondo, e' un invito in piena regola a usare droghe: ''Start to smoke marijuana'', ''comincia a fumare marijuana''.

(Mag/Zn/Adnkronos)