BOSNIA: IL PIANO NATO PER ATTUARE LA PACE
BOSNIA: IL PIANO NATO PER ATTUARE LA PACE

Napoli, 5 mar. (Adnkronos) - E' pronto il piano della Nato per ''attuare la pace'' in Bosnia Erzegovina: in mille pagine, cui si aggiungono volumi di appendici, con dati tecnici, scadenze ed informazioni di ogni tipo - dalla portata massima dei ponti alla larghezza dei tunnel - l'Alleanza Atlantica ha analizzato e programmato nel dettaglio il piano operativo per garantire il rispetto di un accordo di pace definitivo.

Formulato sulla base dell'accordo sulla tripartizione della repubblica negoziato lo scorso anno a Ginevra, il piano - nome in codice ''Discipline Guard'', costi previsti, 1,5 miliardi di dollari, oltre 2.500 miliardi di lire e solo per il primo anno di operazioni - prevede il dispiegamento in tempi rapidi di una forza di 50mila uomini nella repubblica ex jugoslava. L'accordo di Washington per la nascita di una federazione croato-musulmana potrebbe pero' facilitare le cose e richiedere un contingente meno numeroso. A condizione, naturalmente, che i serbi - che controllano attualmente il 70 per cento dei territori - accolgano il risultato degli ultimi sviluppi diplomatici, e ne favoriscano il successo.

Una prima fase del piano - spiegano al ''Washington Post'' alti ufficiali militari americani e della Nato - prevede il dispiegamento di due battaglioni sul territorio bosniaco entro due settimane dal momento in cui le Nazioni Unite avranno formulato la richiesta. Il resto delle forze raggiungerebbe la regione nei mesi successivi. Ingegneri e ufficiali del genio hanno gia' controllato strade, aeroporti e collegamenti ferroviari necessari allo spostamento delle truppe e sommozzatori hanno esplorato il porto di Ploce per assicurare il giusto pescaggio dei cargo navali in entrata. (segue)

(Cin/Pan/Adnkronos)