BOSNIA: ROSE OTTIMISTA SU TREGUA CROATO-MUSULMANA
BOSNIA: ROSE OTTIMISTA SU TREGUA CROATO-MUSULMANA

Zagabria/Sarajevo, 5 mar. (Adnkronos/Dpa) - Il cessate il fuoco tra musulmani e croati nella Bosnia centrale sembra consolidarsi sempre piu': a dirsi ottimista sulle possibilita' che la tregua venga rispettata e' -in un'intervista all'agenzia di stampa croata Hina- il comandante delle forze di pace delle Nazioni Unite in Bosnia Erzegovina, Sir Michael Rose, rientrato a Zagabria dopo aver effettuato un giro nella Bosnia centrale ed in Erzegovina.

Malgrado gli incidenti segnalati dalla radio croata in nottata lungo la linea del fronte croato-musulmano vicino Mostar, la tregua sembra reggere. Alti ufficiali delle due fazioni si sono inoltre incontrati oggi a Medjugorje per concordare i prossimi passi per la smilitarizzazione e per lo scambio di oltre 600 prigionieri.

Intanto una nuova base di caschi blu e' stata aperta nei pressi di Gornij Vakuf, nella parte centrale della repubblica. Da quella zona, hanno reso noto fonti dell'Onu, sara' piu' facile controllare la situazione nella parte centrale della Bosnia.

Mentre sembra dunque avviarsi alla normalita' la situazione nella Bosnia centrale, le truppe serbe hanno sferrato nuovi attacchi oggi contro l'enclave musulmana di Maglaj e quella croata di Usora, nel nord della repubblica. Da ieri sera, circa 4mila proietti di artiglieria sono stati lanciati contro Maglaj, dove almeno due persone sono morte. Secondo radio Zagabria, i serbi starebbero inoltre tentando di rafforzare le loro posizioni intorno a Usora, nel tenativo di spezzare la resistenza croata.

(Cin/Pan/Adnkronos)