M.0.: MUSSA SUL PROCESSO DI PACE
M.0.: MUSSA SUL PROCESSO DI PACE

Il Cairo, 5 mar. (Adnkronos/Dpa) - Il ministro degli esteri egiziano Amr Mussa ha oggi rivolto un appello affinche' vengano realisticamente conciliate le richieste arabe di protezione dei palestinesi dei territori occupati e le esigenze di una pronta ripresa del negoziato fra Israele e Palestina. Rivolgendosi ad un irrequieto Parlamento che invocava l'espulsione dell'ambasciatore israeliano per protestare contro il massacro di Hebron di una settimana fa, in cui rimasero uccisi piu' di 50 palestinesi per mano di un fanatico colono ebreo, Mussa ha sostenuto che ''lamentarsi o gridare'' sicuramente non facilitera' la via del negoziato.

L'Egitto - ha detto - crede inoltre che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dovrebbe adottare una risoluzione drastica che garantisca la supervisione internazionale delle misure prese da Israele a difesa dei palestinesi dei territori occupati, disarmando i coloni e mettendo fuori legge le organizzazioni estremiste ebree. Dal canto suo, l'Olp, nei prossimi incontri riguardanti l'autonomia, dovrebbe porre all'ordine del giorno innanzitutto il problema degli insediamenti dei coloni.

''La prosecuzione del processo di pace richiede il ritiro israeliano - ha continuato il ministro degli Esteri egiziano - e la sua sospensione potrebbe risolversi in un disastro che porterebbe gli insediamenti a dilagare nei territori occupati.'' (segue)

(Red/Pan/Adnkronos)