SIBERIA: LE DONNE IN SCIOPERO DELLA FAME
SIBERIA: LE DONNE IN SCIOPERO DELLA FAME

Mosca, 5 mar. (Adnkronos) - Nove donne di Baykit, in Siberia, hanno iniziato mercoledi' scorso lo sciopero della fame per protestare contro il governo russo che da mesi rifiuta di pagare i lavoratori della citta'. Impiegate per la maggior parte in una societa' pubblica di prospezione petrolifera, le donne hanno denunciato lo stato di malnutrizione dei propri figli ed hanno dichiarato che proseguiranno nella loro azione di lotta fin quando il governo non rispettera' gli impegni. Dopo che in gennaio una donna si era recata a Mosca per portare all'attenzione dei ministri competenti la drammatica situazione di Baykit -resa nota successivamente in un articolo del Washington Post- i funzionari governativi avevano concesso alla citta' solo uno dei 4,3 miliardi di rubli di cui Baykit e' creditrice. Sembra che i casi di citta' russe completamente dipendenti da societa' statali in difficolta' siano numerosi, tanto che si calcola che il governo russo debba migliaia e migliaia di miliardi di rubli ai minatori e ai lavoratori del settore petrolifero in tutta la Federazione.

(Red/Pan/Adnkronos)