WHITEWATER: SI DIMETTE IL CONSIGLIERE
WHITEWATER: SI DIMETTE IL CONSIGLIERE

Washington, 5 mar. (Adnkronos) - Sono arrivate a tarda notte, ora di Washington, le attese dimissioni di Bernard Nussbaum il consigliere della Casa Bianca citato insieme ad altri cinque collaboratori del presidente Bill Clinton in relazione all'affare Whitewater, il caso sulla dubbia legalita' di investimenti privati del Presidente e della First Lady. Nussbaum e gli altri cinque sono stati citati dal magistrato indipendente incaricato di studiare il caso, Robert B. Fiske Jr., il quale ha appurato che i sei avevano partecipato a tre riunioni speciali per discutere lo stato delle indagini sulla Madison Guaranty Savings & Loan e i suoi collegamenti con la Whitewater Development Corp., il progetto immobiliare nel quale i Clinton erano partners.

La citazione costituisce un duro colpo per il Presidente e i suoi collaboratori, anche se nessuno degli aiutanti ha avuto materialmente a che fare con la Madison o Whitewater: e' implicito infatti nella contestazione stessa mossa alle loro riunioni il biasimo per aver dedicato tempo e fatica a studiare le conseguenze politiche di problemi personali del presidente. Oltre a Nussbaum, hanno ricevuto le citazioni il vice capo dello staff della Casa Bianca Harold Ickes; il capo dello staff di Hillary Rodham Clinton, Margaret Williams; il direttore delle comunicazioni Mark Gearan; il consulente Bruce Lindsey; Lisa Caputo, addetta stampa di Hillary Clinton; il vice ministro del Tesoro Roger C. Altman, e tre dei suoi aiutanti. (segue)

(Cab/Bb/Adnkronos)