ELEZIONI: LE ''PROPOSTE INDECENTI'' DEI CANDIDATI (2)
ELEZIONI: LE ''PROPOSTE INDECENTI'' DEI CANDIDATI (2)

(Adnkronos) - ELISABETTA GARDINI, la ''vendicativa''. Candidata a Padova per il Patto per l'Italia, propone la legge del contrappasso che governa l'inferno dantesco. ''Prenderei tutti quelli che ci hanno governato fino ad oggi e li metterei a vivere in un villaggio che contenga il peggior ospedale che ci sia, il peggiore servizio di nettezza urbana, il peggior ufficio postale. Insomma, tutto quanto di peggio noi ci siamo sorbiti in questi anni. Dovrebbero essere costretti ad utilizzare tutto cio' con una bella pensione al minimo. Unico svago? Guardare i programmi che la nuova gestione Rai ci ha sfornato quest'anno''.

FRANCO ZEFFIRELLI, in corsa per uno scranno senatoriale con lo schieramento Forza Italia, Alleanza Nazionale e Centro Cattolico Democratico, vorrebbe creare una ''grande compagnia di prosa'' nella quale ingaggiare ''tutti quei poveri ex politici che ora vanno a spasso''. ''Hanno studiato recitazione per tutta la vita e hanno ammaliato il pubblico italiano per 40 anni. Mettiamoli su un palcoscenico e sfruttiamo il loro talento di attori, facendogli interpretare i ruoli che hanno sempre interpretato: il saggio, la persona onesta, lo spiritoso e via dicendo''. Con l'occhio del regista, Zeffirelli conclude: ''hanno imparato a recitare magnificamente, sono degli istrioni straordinari. Il teatro italiano ha tanto bisogno di buoni attori, utilizziamo le loro capacita' per divertire le folle''. (segue)

(Sin/Pan/Adnkronos)