ELEZIONI: SPADOLINI, GOVERNO ISTITUZIONALE PER FARE LE RIFORME
ELEZIONI: SPADOLINI, GOVERNO ISTITUZIONALE PER FARE LE RIFORME

Roma, 5 mar. (Adnkronos) - ''Prevedo un governo istituzionale o almeno di larga coalizione. Un governo che si fondi su una maggioranza molto vasta''. Il presidente del senato Giovanni Spadolini ai microfoni del Tg1, fa questa previsione per il 'dopo-elezioni'. Un governo di questo tipo, secondo il Presidente del Senato, infatti, servirebbe a ''preparare accanto alla riforma istituzionale, la riforma elettorale che l'esperienza imporra' nel solco di novita' irreversibili: il sistema maggioritario e la tendenza all'alternanza''.

Lo stato delle cose, secondo Spadolini, ''fa ritenere che il prossima parlamento non sara' di facile governabilita'. L'intreccio tra sistema proporzionale e maggioritario -spiega- si riflettera' nel mantenimento di un certo numero di partiti. E le alleanze potranno rivelarsi alleanze elettorali piuttosto che di governo''. Spadolini osserva ancora come l'obiettivo del sistema maggioritario di creare un rapporto piu' diretto fra elettori ed eletti e di realizzare una compiuta democrazia dell'alternanza sia ''rimasto un po' sulla carta date le condizioni di emergenza in cui si e' svolta la lotta politica nelle ultime settimane''. ''La verita' -afferma ancora Spadolini- e' che le scelte dei candidati le hanno fatte i partiti e che i poli non sono due ma tre: il che rende tutto complesso e non facilmente prevedibile''.

Il Presidente del Senato, infine, ricorda il ''coraggio nella battaglia per la moralizzazione'' dimostrato dall'Italia in questa prima fase di transizione e indica ancora in essa ''il compito essenziale del futuro Parlamento'', sottolineando, comunque, che l'obbiettivo dovra' essere ''non di annullare questa costituzione ma di rinnovarla e rivingorirla''.

(Pol/Pan/Adnkronos)