INPS-CONFCOMMERCIO: LA REPLICA DEI COMMERCIANTI
INPS-CONFCOMMERCIO: LA REPLICA DEI COMMERCIANTI

Roma 7 mar. - (Adnkronos) - ''Rammarico, stupore e meraviglia sono i termini usati nella nota del Ministero del Lavoro per smentire l'esistenza di alcun progetto del Governo per le gestioni autonome dell'Inps. Ci rammarichiamo, ci stupiano e ci meravigliamo che si possano con tanto disinvoltura ignorare che esistonos chemi legislativi che vanno esattamente nella direzione da noi denunciata'': e' questa la risposta della Confcommercio alla nota diramata oggi dal Ministero del Lavoro.

''Lo schema esiste ed e' intitolato: 'Schema di decreto legislativo di attuazione della delega conferita dall'art. 1 comma 32, della L. 24 dicembre 1993, n. 537, in materia di riordino e soppressione di Enti pubblici di previdenza e assistenza'''. Questo schema e' stato ufficialmente presentato a rappresentanti della Confcommercio e della Confartigianato da uffici ministeriali e non puo' essere, quindi, frutto di ''voci di corridoio''.

Il fatto che questo schema, per la ferma opposizione della Confcommercio e di altre parti sociali, non sia stato presentato al Consiglio dei Ministri per l'approvazione non puo' consentire al Ministero del lavoro di negare l'evidenza dei fatti: lo schema di riordino esiste ed esclude di fatto le categorie dalle gestioni dei fondi previdenziali dei lavoratori autonomi. ''Dispiace -conclude la Confcommercio- che il periodo elettorale non consenta un confronto sereno e costruttivo basato sulla realta' dei fatti''.

(Com/Zn/Adnkronos)