ELEZIONI: COSSIGA - ''NON ESISTE VIA GIUDIZIARIA''
ELEZIONI: COSSIGA - ''NON ESISTE VIA GIUDIZIARIA''

Roma, 10 mar. (Adnkronos)- ''Non esiste una via giudiziaria alla riforma dello Stato. E tanto meno una via giudiziaria al rinnovamento dell'etica politica o alla scelta degli indirizzi politici. Esiste pero' l'obbligo dell'azione penale''. Lo ha dichiarato il senatore Francesco Cossiga, intervistato dal Gr1, in riferimento alle interferenze della magistratura sulla campagna elettorale.

''Credo che in via di principio - ha detto l'ex presidente della Repubblica - non si possa assolutamente subordinare l'esercizio dell'azione penale in se stesso alle esigenze di serenita' della campagna elettorale. Il mio predecessore, Sandro Pertini, diceva che i giudici debbono essere non soltanto indipendenti ma apparire anche tali''. Cossiga si e' detto poi ''preoccupato perche' le parti politiche si stanno lasciando trascinare, anche per l'abuso del mezzo televisivo, ad un tipo di campagna elettorale di delegittimazione''.

Sull'esito del voto del 27 marzo, l'ex presidente della Repubblica ha affermato: ''Se non avremo un risultato in cui chi perde delegittima chi vince e chi vince delegittima chi perde, il prossimo governo delegittima l'opposizione, l'opposizione delegittima il governo e siamo alla spaccatura piu' grave di quella che ha governato negli ultimi 40 anni evitando la guerra civile e la spaccatura del paese. Questo mi preoccupa veramente perche' questa e' la strada diretta verso Weimar e dopo Weimar vi e' il fascismo che non e' ne' Occhetto ne' Bossi''.

(Red/Bb/Adnkronos)