ELEZIONI: LA GUERRA DEI SONDAGGI
ELEZIONI: LA GUERRA DEI SONDAGGI

Milano, 10 MAr. (Adnkronos) - A due settimane dal voto si fa sempre piu' acre la 'guerra' dei sondaggi. Alla Diakron non sono piaciute le ultime previsioni della Directa, apparse mercoledi' 9 marzo, sui quotidiani italiani, secondo le quali il Pds avrebbe superato, con il 21,2 per cento delle preferenze, Forza Italia, attestatasi attorno al 20,8 per cento. Per la Diakron invece Forza Italia sarebbe al primo posto delle preferenze con un 35,5 per cento.

''A pochi giorni dal voto continua la strumentalizzazione dei sondaggi per cercare di distorcere la propensione al voto degli elettori''. Scrive in una nota Gianni Pilo, responsabile della Diakron. ''Si distingue in questa attivita' il dottor Calo' della Directa -prosegue Pilo- goffo paladino del doping sondaggistico a favore di Segni, Martinazzoli e Pds''.

Secondo la Diakron ''nell'arco di soli tre mesi, Forza Italia e' passata dal 10,4 per cento del dicembre '93 all'odierno 35,5 per cento. Da questa crescita ha tratto giovamente il Polo delle liberta', passato dal 37,4 per cento al 55,7 per cento. La crescita di Forza Italia -prosegue la nota- ha segnato inoltre il calo del Polo di Centro, in particolare del Patto di Segni, che conferma il suo trend negativo arrivando oggi a non superare lo sbarramento proporzionale del 4 per cento''.

Per quanto riguarda Martinazzoli ''il suo peso non si e' mai spinto troppo oltre il 6 per cento. Infine -prosegue la Diakron- il Polo delle sinistre, registrato al 38,3 per cento nel dicembre '93, in seguito alla crescita di Forza Italia si e' attestato intorno al 31 per cento nelle successive rivelazioni''.

(Mil/As/Adnkronos)