ELEZIONI: MATTIOLI SU INCONTRO PANNELLA-BERLUSCONI
ELEZIONI: MATTIOLI SU INCONTRO PANNELLA-BERLUSCONI

Roma, 10 mar. (Adnkronos) - ''Cosi' una tradizione politica di alto valore ideale viene gettata nel fango, un uomo stimato da milioni di italiani usa il suo prestigio per accreditare chi si e' arricchito all'ombra di Craxi, un pesismo esempio di quell'intreccio indegno tra affari e politica che gli onesti speravano sciolto''. Cosi' Gianni Mattioli, capo gruppo dei Verdi alla Camera, interviene sull'incontro avvenuto oggi tra Pannella e Berlusconi. ''Pannella -continua Mattioli- e' stato un anticipatore della riforma elettorale ma, in un mondo politico privo di generosita', quelli che hanno costruito le loro fortune sulla riforma elettorale, a partire da Segni, non hanno dato a Pannella alcun riconoscimento''.

''Rabbia, frustrazione'' solo cosi', secondo l'esponente del Sole che ride, ''si puo' spiegare la serie di scelte assurde compiute da Pannella nell'ultimo anno: dai deputati inquisiti autoconvocati, al tentativo di protrarre la legislatura con la sfiducia a Ciampi, fino all'attuale, malinconico approdo a Forza Italia. Marco Pannella non usa ascoltare gli altri, ma vorrei che portasse un po' di attenzione a chi, come me, e' ferito e scandalizzato dalle parole servili che ha pronunciato nei confronti di un uomo che io certo non demonizzo: non e' meglio ne' peggio di quell'Italia fatta di gente che campa di raccomandazioni, di denunce dei redditi false, che per decenni ha votato politici corrotti, una Italia che speravamo si potesse cambiare''.

(Ruf/As/Adnkronos)