FININVEST: BERLUSCONI A BORRELLI, FERMA COLOMBO (5)
FININVEST: BERLUSCONI A BORRELLI, FERMA COLOMBO (5)

(Adnkronos) - Berlusconi, rispondendo alle numerose domande dei giornalisti italiani e stranieri, ha voluto comunque piu' volte ribadire che il ''suo richiamo alla responsabilita''' rivolto a Borrelli significa ancora ''fiducia'' nella magistratura. ''Lascio un margine -dice fra l'altro- all'errore e alle possibilita' di 'ravvedimento'''. Berlusconi, pero', non manca di osservare ''la differenza di trattamento da parte della magistratura riservato ai diversi leader politici'' mentre preferisce non dire espressamente quale e' l'anima repressiva del pool di mani pulite.

''Molti giudici -si limita ad osservare- hanno una precisa connotazione ideologica. Non voglio entrare -risponde- sul personale. Non mi piace pensare ad un operare della giustizia strumentale a fini politici. Ma sento il dovere di denunciare la vibrante sensazione che si stia per commettere una ingiustizia. Mi riferisco all'ordine di custodia cautelare per una persona integerrima come Dell'Utri che ha grandi responsabilita' in tutto il sistema dell'informazione''.

Berlusconi, quindi, ha precisato di non essersi rivolto a Scalfaro per chiedere provvedimenti ''concreti'' del Csm, ma di limitarsi ora a ''denunciare una situazione fuori dalla norma che nella norma deve tornare''. Il 'Cavaliere', non ha voluto nemmeno dire come intende intervenire sulla giustizia nel caso di un suo ingresso a Palazzo Chigi. ''E' un tema sul quale l'indirizzo non puo' venire da Silvio Berlusconi ma solo dal Parlamento''. Quello che, invece, Berlusconi ha assicurato e' che nonostante ''le ingiustizie'' che sente di subire da ogni settore egli abbia avuto la tentazione di ritirarsi. ''Non ho mai pensato a lasciare -dice- nemmeno per un secondo. Anche per queste cose penso che sia importante per me e per il paese l'ingresso in politica di forze nuove''.

(Tor/As/Adnkronos)