GOVERNO COSTITUENTE: COSTA - UGUALE ACCORDO PPI-PDS
GOVERNO COSTITUENTE: COSTA - UGUALE ACCORDO PPI-PDS

Roma, 10 mar. (Adnkronos) - ''Si sente ricorrentemente parlare di 'governo costituente'. Si tratta di una assurdita' sul piano del diritto costituzionale: infatti, fin quando restera' in vigore il principio liberale della divisione fra i poteri dello stato, le riforme costituzionali competeranno al Parlamento, o semmai ad una apposita assemblea costituente, e non certo al governo cui spetta il potere esecutivo''. E' quanto afferma Raffaele Costa dell'Unione di centro per il quale quello del governo costituente e' ''un espediente che ha una matrice politica ben precisa e finalita' politiche altrettanto chiare. A parlarne, infatti, sono proprio quegli esponenti dell'ex Dc (oggi collocata sotto l'asse Martinazzoli-Segni) e della sinistra i quali auspicano il ritorno del compromesso storico. Lo si chiami consociativismo, solidarieta' nazionale, accordo istituzionale, si tratta, in buona sostanza, sempre e soltanto di un accordo della Dc-Ppi col Pds. Quindi parlare adesso di una ipotesi come quella del 'governo costituente' significa solo mettere le mani avanti, come da non pochi settori dei popolari e dei pattisti si auspica, per accordarsi domani col Pds''.

(Pol/Gs/Adnkronos)