null
null

+++++ DIARIO ELETTORALE +++++

Roma, 10 mar. - (Adnkronos) -

*** SEGNI ADDIO, I POPOLARI VENEZIANI LASCIANO MARIOTTO ***

VENEZIA - Popolari per la riforma-Mario Segni: divorzio in laguna. I circoli di Venezia e provincia hanno infatti deciso che non appoggeranno tutti i candidati del Patto, ma soltanto quelli che daranno la garanzia di non appartenere al vecchio sistema partitocratico. Porte aperte quindi anche a personaggi di altre formazioni, che siano espressione di un nuovo modo di far politica. ''Sull'onesta' di Segni non si discute, ma come stratega politico ci ha deluso'', dichiara Giovanni Marafon, coordinatore dei circoli Popolari per la Riforma di Venezia e provincia. ''Le candidature sono state decise a livello verticistico e possiamo dire di aver perso dieci a zero. Dopo le elezioni, comunque, cercheremo di riprendere il cammino che i Popolari per la Riforma avevano iniziato a Roma nell'ottobre del 1992, proponendoci come un 'laboratorio politico'''. Segni sara' ancora il leader? ''Ne dubito, visto il calo impressionante di consensi che ha subito dall'aprile dello scorso anno ad oggi''.

*** BUONTEMPO: COMIZI CON IL FURGONE ***

ROMA - In giro in lungo e in largo per il collegio con un furgone. Per i comizi, gli incontri con gli elettori e tutte le iniziative necessarie per conoscere a fondo il territorio. A scegliere questo singolare quartier generale per la campagna elettorale, Teodoro Buontempo, deputato missino e candidato alla Camera nel collegio Roma 16. E a dargli manforte anche dieci ''uomini sandwich'', pronti a distribuire cartoline per promuovere Buontempo ''primo in solidarieta', primo tra la gente, primo con gli anziani, primo alle elezioni di Roma''. Deciso ''a impegnarsi al cento per cento sul fronte delle questioni sociali, per risolvere problemi annosi relativi alla casa, all'emarginazione alla sanita' e per il rilancio di Ostia, che deve tornare ad essere la spiaggia di Roma''.

*** E RAPAGNA' GIRA IN CAMPER ***

L'AQUILA - Pio Rapagna', candidato della 'Rete' alla Camera nella lista proporzionale dell'Abruzzo, viaggia invece in camper. ''L'ho affittato per 100mila lire al giorno e riesco a girare tutto l'Abruzzo senza dover spendere soldi per alberghi e ristoranti. Inoltre posso arrivare in tutti i centri della regione, un territorio vasto e variegato, ed incontrare il piu' alto numero di elettori''. All'interno del camper le due ''armi'' di Rapagna': ''una macchina fotografica ed una cinepresa, per documentare tante situazioni di degrado: opere pubbliche mai completate, disastri ambientali, centri anziani 'lager' e via dicendo''.

*** SALENTINI DI TUTTO IL MONDO, UNITEVI ***

LECCE - Salentini di tutto il mondo, unitevi. E' nata ''Rinascita Salentina'', formazione politica che si presentera' sia per la Camera che per il Senato in alcuni collegi della Puglia. ''Pensiamo che la logica della nuova legge elettorale imponga la nascita di movimenti radicati sul territorio'', dichiara Roberto Muci, candidato per Montecitorio nel collegio di Maglie. ''Il nostro obiettivo e' quello di arrivare in Parlamento per contribuire alla soluzione dei problemi del Salento, naturalmente considerando prioritaria la questione dell'unita' nazionale ed evitando un'impostazione localistica, ma dando il giusto spazio alle autonomie locali''.

*** VINCENZO DE PAOLA SI PRESENTA ***

ROMA - Una politica per la famiglia, la casa, l'occupazione e la scuola. Sono questi i punti al centro del programma di Vincenzo De Paola, magistrato e notaio, candidato al Senato per la lista Patto-Ppi nel collegio Roma 3. Temi che approfondira' nel corso di un dibattito in programma domani nella capitale alle 20,30, presso l'hotel Saint Dominique, con l'intervento di Rocco Buttiglione e Luca Borgomeo.

*** DEL NOCE: MINACCIATI GLI ATTACCHINI ***

ROMA - Minacce per gli attacchini di Fabrizio Del Noce, candidato alla Camera per Forza Italia nel collegio Roma 4. ''Squadre di 30-40 persone appartenenti allo schieramento opposto -denuncia il noto giornalista- strappano i manifesti collocati negli appositi spazi, rubano scale, secchi di colla e intimidiscono con minacce i ragazzi che lavorano per attaccare i manifesti del candidato di 'Forza Italia'''.

(Sam/As/Adnkronos)