IONESCO: E' MORTO A PARIGI (3)
IONESCO: E' MORTO A PARIGI (3)

(Adnkronos) - Il grande commediografo che ha lasciato nella letteratura e nel teatro moderno un segno fondamentale, soprattutto col suo umorismo paradossale che emerge in tutta la sua forza in lavori come ''Il rinoceronte'' aveva 82 anni essendo nato nel 1912 a Bucarest da padre romeno e madre francese ma era ormai da anni cittadino francese. Aveva vissuto a Bucarest fino al 1940 dopo essersi laureato in lingua e letteratura francese, ma gia' nell'infanzia a causa dei legami famigliari aveva trascorso lunghi periodi di soggiorno.

Ma fu proprio la Francia a dargli l'esordio e il successo come autore, nel 1950 quando mise in scena ''La cantatrice calva'', a tutt'oggi la sua opera forse piu' conosciuta, un atto unico che lo stesso Ionesco definiva ''un'anticommedia'', caratterizzata da un grande surrealismo soprattutto verbale, con una comicita' basata sull'assurdo e sul non senso. Le opere successive furono gli atti unici ''La lezione'' del 1951, ''Le sedie'' del 1952, ''Vittime del dovere'' 1953. Quindi, con crescente prolificita', aveva cominciato a presentare le sue commedie in tre atti, prima fra tutte ''Amedeo o come sbarazzarsene'' del 1954. Seguirono ''Giacomo o la sottomissione'' del 1955. Del 1957 ''Il sicario senza paga'' cui segui' nel 1959 ''Il rinoceronte'' sicuramente la sua commedia di molto successo. Ma ancora nel 1962 ''Il re muore'', nel 1966 ''La sete e la fame' e nel 1972 il ''Macbeth''. Nel 1974 usci' il suo romanzo ''Il solitario''.

(Cab-Cin/Pe/Adnkronos)