ELEZIONI: INCONTRO BOSSI E BERLUSCONI (3)
ELEZIONI: INCONTRO BOSSI E BERLUSCONI (3)

(Adnkronos) - Proprio sul federalismo, Berlusconi ha precisato di aver avuto ampi consensi anche dal leader di Alleanza Nazionale, Gianfranco Fini. ''L'Italia e' un Pese indivisibile -ha precisato Berlusconi- e posso affermare che il federalismo e' una forma di organizzazione di uno Stato unitario''. Per quanto riguarda Fini, Berlusconi ha poi precisato: ''il risultato di Alleanza Nazionale e' stato tale per cui posso senz'altro anticipare quanto e' stato anche recepito da Umberto Bossi, e vale a dire la formazione di un Governo che comprenda anche Alleanza Nazionale e Bossi e' d'accordo''.

Un Governo in sostanza formato dai rappresentanti del Polo delle liberta', compresa quindi An ma senza tuttavia la partecipazione diretta del suo leader Fini. Al Governo Berlusconi lascia aperta una porta anche ad eventuali ingressi per i 'popolari' ed i 'pattisti' verso i quali ha lanciato messaggi di intesa: ''non ho mai trovato distanze di programma e ideologiche col Patto -ha precisato- cosi' come non c'e' alcuna chiusura alla collaborazione con altre forze politiche, purche' approvino il nostro programma''.

Quanto al proprio ruolo di Premier, Berlusconi ha poi affermato: ''credo che dal voto sia venuta una indicazione molto precisa circa il fatto che a questo Polo deve essere affidato un mandato di Governo, in questo Polo Forza Italia e' la prima forza e Berlusconi e' il leader di Forza Italia che ha praticamente creato questo movimento, quindi non vedo su questo punto dubbio alcuno, ricordando che lettura dei risultati elettorali deve essere tuttavia fatta dal Presidente della Repubblica cui la costituzione assegna il diritto dovere di affidare l'incarico per la formazione del Governo''.

(Ros/As/Adnkronos)