PDS: ORA TENTA UN RACCORDO D'OPPOSIZIONE COL PPI E SEGNI
PDS: ORA TENTA UN RACCORDO D'OPPOSIZIONE COL PPI E SEGNI
REESPINTA LA QUESTIONE DELLE DIMISSIONI DI OCCHETTO

Roma, 30 mar. (Adnkronos) - Un collegamento col Ppi e Segni per l'opposizione. Per ora e' soltanto un'idea, un proposito che al segretario del Pds Achille Occhetto piacerebbe mettere in pratica nella prossima legislatura. Oggi se ne e' parlato nel corso della Segreteria, riunita stamane per un'analisi del risultato elettorale, ed e' possibile che diventi argomento di discussione del Coordinamento indetto per domani e al quale parteciperanno i segretari delle federazioni regionali. La segreteria s'e' occupata anche d'altro: della richiesta di dimissioni di Occhetto avanzate dapprima dal socialista Fabrizio Cicchitto e riprese oggi in alcuni editoriali dei quotidiani. ''Occhetto -ha affermato Petruccioli che ha riferito sui contenuti della Segreteria- ha ritenuto giusto parlare delle sue dimissioni dato che i giornali le hanno poste come questione di prammatica dopo il risultato delle elezioni. Il segretario ha rimesso la questione interamente nelle mani del partito e i presenti, tutti i presenti, hanno dichiarato che il problema non si pone''.

Sul 'prepensionamento' del segretario pidiessino si riverberano in qualche modo le dimissioni annunciate oggi da Mino Martinazzoli. Anch'egli, osservano i giornalisti, ha perso e non ha esitato ad andarsene. Petruccioli mette i puntini sulle 'i'. ''Martinazzoli aveva annunciato da tempo le sue dimissioni. Poi se vogliamo discutere sulla sconfitta del Ppi e di quella dei Progressisti, potremmo parlare a lungo. La verita' e' che la Dc non c'e' piu' ed e' scomparso il sistema organizzato attorno al partito di Centro. I Progressisti hanno perduto le elezioni ma sono comunque la forza di alternativa dell'opposizione. Il Ppi, con queste elezioni finisce una storia; i Progressisti, pur attraverso un risultato negativo, la loro storia la cominciano''. (segue)

(Ruf/As/Adnkronos)