PROGRESSISTI: PRC, GRUPPO AUTONOMO CON PATTO DI OPPOSIZIONE
PROGRESSISTI: PRC, GRUPPO AUTONOMO CON PATTO DI OPPOSIZIONE
BERTINOTTI, NON ESISTE QUESTIONE DI LEADERSHIP

Roma, 30 mar. (Adnkronos) - Rifondazione Comunista avra' in Parlamento un gruppo parlamentare autonomo ma propone a tutte le altre forze del cartello dei Progressisti un ''patto di opposizione'' per assolvere ''unitariamente'' un compito ''impegnativo e difficile'' che dovra' avere i caratteri della ''forza'' e della ''massima compatezza''. L' indicazione e' di Fausto Bertinotti e Armando Cossuta che hanno offerto a Montecitorio la loro interpretazione del 'dopo-voto'.

Bertinotti ha pochi dubbi sul governo. ''Scalfaro dara' l'incarico a chi riterra' opportuno. Ma la Destra ha vinto e certamente dovra' governare. Noi dobbiamo fare l'opposizione: mantenere e consolidare l'unita' di azione, corregendo gli errori. Abbiamo volato con il piombo nelle ali. Ora dobbiamo recuperare il consenso sociale dimostrando che non eravamo solo un cartello elettorale ma una proposta di reale rottura con gli anni '80 e di cambiamento''.

Il segretario di Rifondazione spiega che la decisione in favore del gruppo parlamentare autonomo (''aperto a chiunque'', chiosa Cossutta) significa il ''rispetto del pluralismo di identita' che ha caratterizzato la nascita stessa'' dei Progressisti, ovvero ''una ricchezza''. E taglia corto sulla questione della leadership di Occhetto. ''A lui non rimprovero niente. L'errore e' stato di tutti. D'altra parte la questione riguarda semmai il Pds e noi abbiamo religioso rispetto della identita' di ciascuno. Non abbiamo mai riconosciuto una leadership 'dei Progressisti' ''. Secondo Bertinotti, infatti, ''la cultura del 'capo' e della 'caserma' appartiene alla Destra'' mentre cio' che interessa alla Sinistra e' lo sviluppo di una ''societa' democratica senza le gerarchie''. (segue)

(Tor/Gs/Adnkronos)