PINTACUDA: PADRE SORGE - UN BLUFF L'ATTACCO A ORLANDO (2)
PINTACUDA: PADRE SORGE - UN BLUFF L'ATTACCO A ORLANDO (2)

(Adnkronos) - Padre Sorge non e' meravigliato piu' di tanto per l'inaspettata uscita del confratello che e' stato espulso dalla sua comunita' pochi giorni dopo Natale. ''Le critiche che Pintacuda muove al modo di intendere l'impegno antimafia -precisa- sono le stesse che tre anni fa mi avevano fatto prendere le distanze dalla Rete. Peccato che solo oggi si arrivi a riconoscere questa comune visione dei fatti quando potevamo dirle insieme. Per quelle critiche ho subito dei veri e propri linciaggi, ma come si vede il tempo e' sempre galantuomo''.

Severo il giudizio del direttore del Centro studi anche sulla proposta di Pintacuda di sciogliere il movimento guidato da Orlando all'interno di una nuova formazione di sinistra: ''L'idea del grande partito democratico e' in realta' una riproposta, sotto nome diverso, della Rete come partito trasversale: quel progetto e' fallito e riproporlo, sia pure in forme diverse, e' il tentativo di voler rimanere a galla dopo l'affondamento''.

Interpellato sulla replica dell'ex superiore, padre Ennio Pintacuda si e' limitato a dichiarare: ''Non accetto provocazioni''. L'unica precisazione arriva su Leoluca Orlando: ''Con lui non c'e' nessuno scontro ne' tanto meno voglia di scomunica. Il sindaco di Palermo ha grandi meriti ed avra' senz'altro un ruolo importante anche nel futuro partito democratico''.

(Pam/Zn/Adnkronos)